Ultima modifica: 25 agosto 2015

Una scuola inclusiva

Scuola inclusiva

Ognuno è un genio.

Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi

lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido. (Albert Einstein)

Una scuola inclusiva

  • è il luogo dove il diritto all’inclusione si esercita in modo universale,
  • imposta con le famiglie relazioni dialogiche, fondate sull’ascolto, sulla consapevolezza, sul rispetto e riconoscimento reciproco dei ruoli,
  • si impegna a leggere e riconoscere tutte le differenze e a valorizzarle nella relazione educativa,
  • si fonda sull’equità e sull’attenzione ai diversi bisogni educativi (BES),
  • è caratterizzata da cura e attenzione alle inclinazioni, ai talenti e agli interessi personali di ciascun alunno/a, per svilupparne il più possibile le potenzialità,
  • adotta una pedagogia dell’eterogeneità e si dà un imperativo etico: ‘non fare cose standard, ma cose che funzionano’,
  • mette in campo diverse strategie per imparare e ne verifica l’efficacia,
  • accompagna il progetto futuro di ciascuno.