Ultima modifica: 13 giugno 2015

La merenda dei popoli

In occasione dell’anno in cui si celebra Expo 2015 e in cui il tema importante è “nutrire il pianeta”, la scuola primaria Ariberto propone agli studenti delle quattro classi 1′ due 2′ e due 3′, il progetto “La merenda dei popoli”.

In occasione dell’anno in cui si celebra Expo 2015 e in cui il tema importante è “nutrire il pianeta”, la scuola primaria Ariberto propone agli studenti delle quattro classi prime, due seconde e due terze, il progetto “La merenda dei popoli”.20150518_135035_resized

Un’esperienza interattiva promossa dai volontari del Sermig, L’Arsenale della pace di Torino, con lo scopo di far sperimentare ai ragazzi l’abisso che separa le abitudini alimentari dei nostri bambini da quelli dei loro coetanei meno fortunati. Per realizzare ciò, ad ogni bambino verrà affidata casualmente una nazionalità da rappresentare in occasione della merenda. In base al Paese attribuito, il bambino potrà sedere al tavolo dei Paesi ricchi o per terra, tra i Paesi poveri. Emulando la reale distribuzione diseguale dei beni di prima necessità nel mondo, ciascun bambino riceverà una porzione abbondante della merenda, se seduto al tavolo dei ricchi, o non la riceverà affatto se sarà capitato tra i Paesi meno abbienti.20150518_135536_resized

Ad ogni bambino sarà poi lasciata la discrezione di scegliere come comportarsi: se rimanere senza merenda, se rubarla ai Paesi ricchi o se recuperare il cibo rifiutato dai ricchi e finito nella spazzatura.

20150518_140029_resized

L’esperienza già di per se d’impatto, sarà poi accompagnata da un momento di riflessione guidata con lo scopo di far scattare il coinvolgimento personale di ciascun bambino valorizzando le sensazioni provate e promuovendo un impegno in prima persona per combattere l’ingiustizia partendo dal proprio metro quadro.