Ultima modifica: 22 febbraio 2019

La 3E incontra “Action for children in Conflict”

Giovedì 21 febbraio la classe 3E ha avuto l’opportunità di incontrare John Muiruri Makuno, country director dell’associazione Kenyana Ong “ACTION FOR CHILDREN IN CONFLICT” (AfCiC) attiva dal 2004 sul territorio di Thika (45 km da Nairobi).

I progetti mostrati con passione ed entusiasmo da John e da Martina Vitale Ney, responsabile sul territorio italiano, hanno reso chiaro il sostegno quotidiano dell’associazione atta a prevenire, supportare e riabilitare bambini e ragazzi di strada, che vivono quotidianamente in situazioni di forte marginalità sociale, all’interno delle SLAM (baraccopoli) prive di servizi igienici e di beni di prima necessità. 

L’intento di AfCiC e’ appunto quello di sottrarre i bambini dalle strade e dalla fame, per garantire loro sostentamento ed istruzione. Tutto questo tramite un centro residenziale, una scuola e diversi centri diurni di accoglienza all’interno delle Slam stesse e tramite azioni quali “street work” (ricerca all’alba, nelle strade, dei bambini e dei ragazzi che hanno lasciato le proprie abitazioni, soprattutto per fame) e “home visit” (conoscenza e avvicinamento delle famiglie).

Negli ultimi dieci anni AfCiC è cresciuta molto in progetti di sostegno legale, di prevenzione e cura dell’HIV/AIDS, di adozioni, aiuti alimentari e favorendo le capacità di crescita e sviluppo economico delle comunità.

Partendo dalla terra e dall’ambiente è nato il progetto coltiviamo il nostro futuro, atto alla creazione e allo sviluppo di una produzione agroalimentare ecocompatibile, e al coinvolgimento proprio dei ragazzi di strada, i bambini lavoratori e le donne vulnerabili, garantendo loro condizioni di vita dignitose. L’azione specifica potrà a sua volta contribuire a generare un habitat favorevole alla nascita di ulteriori e progressive iniziative da parte dei giovani e delle donne coinvolte.